Open Art House

Casa galleria e residenza artistica

OAH è un associazione culturale, che si traduce in casa galleria e residenza artistica , fondata da Monica Cremaschi a Milano ed oggi con sede ad Ivrea.
Ospita, produce, organizza mostre ed eventi culturali. Spazio e casa ricavato dalla ristrutturazione ad hoc, in una ex falegnameria dei primi del 900.

Con il fine di cercare, sostenere e crescere nuovi artisti italiani, aiutandoli nello sviluppo del proprio progetto personale verso la visibilità e la distribuzione delle proprie opere.

Amiamo la ricerca , stare in avanguardia essere sentinelle di tempi futuri. L’arte contemporanea concettuale italiana, la forza del messaggio attraverso tecniche personali e di ogni genere, per arrivare dritti al cuore.

Opere libere da schemi di sistema, che sappiano mostrare l’invisibile con coraggio. Da guardare ad occhi chiusi e che ci riportino a vedere, scardinando le fortezze di immagini stereotipate e programmate.

Progetti artistici che traccino nuovi scenari mantenendo le radici nei valori cristiani, riportando la nostra bella nazione verso un vero rinascimento.

L’arte visiva è il linguaggio del cuore, silenzioso e dirompente..

Abbiamo scelto la casa come simbolo, del luogo più intimo ed accogliente, dove nascono i nostri sogni e crescono relazioni importanti e vere. Spazio famigliare e protetto, dove amare le persone vale più delle opere. Curare gli artisti è come custodire un patrimonio dell’umanità in quanto agenti di cambiamento e d’innovazione culturale e sociale. Casa come palestra, dove si allenano i talenti, dove si comincia a camminare, sperimentando e mostrando.

Un uomo percorre il mondo intero in cerca di ciò che gli serve e torna a casa per trovarlo. (G.A. Moore)

OAH come casa galleria e residenza artistica, desidera percorrere e tracciare la strada verso un nuovo mecenatismo, che risvegli la nostra nazione, riportandola ad un rinascimento contemporaneo, epurato da qualsiasi traccia di umanesimo.

DICONO DI NOI...

  • È una casa/galleria che sa ospitare e dare valore all'arte. Il mio lavoro, è stato seguito e guidato con cura, nel pieno rispetto della persona e del linguaggio artistico. Una bellissima esperienza, intensa, di condivisione e confronto. L'Open Art House è uno spazio da conoscere, da visitare e nel quale ci si può raccontare a cuore aperto, perchè questo è il vero sentire e il vero lavoro di una galleria d'arte.

    Giulia Balducci artista
  • L'esperienza vissuta all 'Open Art House è qualcosa di unico: ha il cuore del mecenatismo antico, amore per l'espressione umana che si tende verso lo Spirito e sa riconoscere, valorizzare il talento di un artista emergente.

    Valeria Fondi Artista e leader movimento S.V.A
  • Se si respira aria di casa ci si sente curati, si comincia ad avere più fiducia e si scopre che: tanto più siamo consapevoli di aver bisogno di tante persone e abbandoniamo l'ego tanto più l'arte può volare!

    Cinzia Marmifero Artista
  • Un'esperienza particolare esporre alla Open Art House. L'ospitalità della curatrice è stata particolarmente accurata e familiare, sia per l'artista, sia per il pubblico intervenuto numeroso al vernissage. La bella sala e il clima amichevole hanno reso possibile un esperienza di condivisione di idee ed emozioni. Molto grato.

    Eugenio Guarini Artista
  • La creazione d'arte è come una nascita, pensiero e gesto si fondono e l'energia circostante contribuisce ad influenzarne l'evoluzione. Così il calore di una casa e la professionalità di open art house hanno contribuito allo sviluppo di un'idea e alla sua realizzazione e hanno fatto della mia esperienza lì, un evento unico.

    Giacomo Montanaro Artista

Artisti in
Open
Art house

Tutti i nostri artisti

Gli artisti di casa, in OAH, sono artisti outsider _ O.S.A (OutSiderArtist)
Coraggiosi, impavidi che osano tracciare una nuova via, con perseveranza e tenacia.
In avanguardia, sentinelle dei nostri tempi. Quelli del gruppo S.V.A [Sabaoth Visual Art]

“La nostra visione è quella di dare vita ad un movimento artistico in grado di trasferire il linguaggio spirituale in quello contemporaneo”.

Rappresentati: Giulia Balducci, Vittorio Buratti, Eugenio Guarini, Luca Zurzolo.

In collaborazione con la galleria partenopea Shazar Gallery
Giovanni Battimiello,Piero Chiariello, Mimmo di Dio,Nicola Nastro, Giacomo Montanaro, Stefania Ricci.

 

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt